C.A.F.F. Editrice

 
 

C.A.F.F. Editrice su Facebook

Per supportare il progetto NeoFitav, Anpam, CNCN e l’Univesità di Urbino Carlo Bo hanno dato il via a una collaborazione che mira a promuovere il tiro a volo tra le nuove generazioni andando a cercare nuovi appassionati tra chi non si è mai avvicinato a questa disciplina sportiva. L’obiettivo è coinvolgere il maggior pubblico possibile con attività a basso coefficiente di difficoltà, svolte gratuitamente presso i campi di tiro aderenti all’iniziativa. Per rendere ancora più agevole il primo approccio è stato realizzato un sistema di scelta dei campi e di prenotazione della prova completamente telematico raggiungibile sul sito www.neofitav.it, sul quale si trova inoltre un video tutorial. Sul portale vengono anche fornite informazioni accurate sulla pratica del tiro a volo.
Foto Archivio Shutterstock / SUNdes
... Mostra tuttoMostra di meno

Per supportare il progetto NeoFitav, Anpam, CNCN e l’Univesità di Urbino Carlo Bo hanno dato il via a una collaborazione che mira a promuovere il tiro a volo tra le nuove generazioni andando a cercare nuovi appassionati tra chi non si è mai avvicinato a questa disciplina sportiva. L’obiettivo è coinvolgere il maggior pubblico possibile con attività a basso coefficiente di difficoltà, svolte gratuitamente presso i campi di tiro aderenti all’iniziativa. Per rendere ancora più agevole il primo approccio è stato realizzato un sistema di scelta dei campi e di prenotazione della prova completamente telematico raggiungibile sul sito www.neofitav.it, sul quale si trova inoltre un video tutorial. Sul portale vengono anche fornite informazioni accurate sulla pratica del tiro a volo.
Foto Archivio Shutterstock / SUNdes

Al Game Fair di Grosseto la Fondazione UNA organizza una lotteria di beneficenza a cui potranno partecipare tutti i visitatori del Game Fair; i biglietti saranno acquistabili negli stand UNA, CNCN, Federcaccia e Arcicaccia e saranno distribuiti dal personale della Fondazione per tutta la durata della manifestazione. Il 29 maggio saranno estratti i sei biglietti vincitori alla presenza di un ufficiale di controllo: i primi due estratti vinceranno due fucili messi in palio da Beretta e Benelli, mentre alle altre quattro posizioni verranno assegnate centinaia di cartucce messe a disposizione da Fiocchi e Baschieri&Pellagri. Il ricavato dei biglietti sarà interamente devoluto ai progetti sostenuti dalla Fondazione UNA Onlus.
(foto www.gamefairitalia.it)
... Mostra tuttoMostra di meno

Al Game Fair di Grosseto la Fondazione UNA organizza una lotteria di beneficenza a cui potranno partecipare tutti i visitatori del Game Fair; i biglietti saranno acquistabili negli stand UNA, CNCN, Federcaccia e Arcicaccia e saranno distribuiti dal personale della Fondazione per tutta la durata della manifestazione. Il 29 maggio saranno estratti i sei biglietti vincitori alla presenza di un ufficiale di controllo: i primi due estratti vinceranno due fucili messi in palio da Beretta e Benelli, mentre alle altre quattro posizioni verranno assegnate centinaia di cartucce messe a disposizione da Fiocchi e Baschieri&Pellagri. Il ricavato dei biglietti sarà interamente devoluto ai progetti sostenuti dalla Fondazione UNA Onlus.
(foto www.gamefairitalia.it)

Sono i segugi maremmani a dominare i podi del Campionato italiano su cinghiale in singolo organizzato dalla Fidasc nella Valdichiana. Nella categoria A (cani iscritti nei libri genealogici) trionfa Guglielmo Polotto con Freccia (177 punti), seguito da Giuseppe Trunfio con Dingo (174) e Antonio Suprano con Furia (171), mentre nella categoria B (meticci senza nobili origini) l’alloro cinge la fronte di Federico Brondi con Rocky (167 punti) che supera di un soffio Lorenzo Salvemini con Kira (166) e Giuseppe Tisbo con Gelo (163).
Soddisfatti gli organizzatori: «Con questo straordinaria manifestazione» ha affermato il vicepresidente vicario Fidasc Domenico Coradeschi «si è conclusa davvero alla grande la stagione del segugismo su cinghiale, un settore della cinofilia Fidasc che da tre anni si è arricchito della nuova specialità del singolo che sta avendo un successo veramente inimmaginabile. Basti pensare che alle eliminatorie si sono presentati oltre 500 concorrenti a dimostrazione di un gradimento strepitoso al quale corrisponde una selezione giustamente sempre più severa. Grazie a ciò, le medaglie Fidasc-Coni sono conquistate non solo dai soliti noti, ma anche da perfetti sconosciuti e molto spesso da tanti giovani con una notevole preparazione tecnica e animati da una profonda passione con la quale riescono a superare enormi sacrifici e a macinare migliaia di chilometri per poter disputare una finale così prestigiosa».
Foto Archivio Shutterstock / Buffy 1982
... Mostra tuttoMostra di meno

Sono i segugi maremmani a dominare i podi del Campionato italiano su cinghiale in singolo organizzato dalla Fidasc nella Valdichiana. Nella categoria A (cani iscritti nei libri genealogici) trionfa Guglielmo Polotto con Freccia (177 punti), seguito da Giuseppe Trunfio con Dingo (174) e Antonio Suprano con Furia (171), mentre nella categoria B (meticci senza nobili origini) l’alloro cinge la fronte di Federico Brondi con Rocky (167 punti) che supera di un soffio Lorenzo Salvemini con Kira (166) e Giuseppe Tisbo con Gelo (163).
Soddisfatti gli organizzatori: «Con questo straordinaria manifestazione» ha affermato il vicepresidente vicario Fidasc Domenico Coradeschi «si è conclusa davvero alla grande la stagione del segugismo su cinghiale, un settore della cinofilia Fidasc che da tre anni si è arricchito della nuova specialità del singolo che sta avendo un successo veramente inimmaginabile. Basti pensare che alle eliminatorie si sono presentati oltre 500 concorrenti a dimostrazione di un gradimento strepitoso al quale corrisponde una selezione giustamente sempre più severa. Grazie a ciò, le medaglie Fidasc-Coni sono conquistate non solo dai soliti noti, ma anche da perfetti sconosciuti e molto spesso da tanti giovani con una notevole preparazione tecnica e animati da una profonda passione con la quale riescono a superare enormi sacrifici e a macinare migliaia di chilometri per poter disputare una finale così prestigiosa».
Foto Archivio Shutterstock / Buffy 1982

su Cacciare a Palla giugno 2016 la disamina di Fulvio Tonin sul calibro .22 Hornet. Nato negli Stati Uniti per la caccia a predatori e antagonisti, il calibro inventato quasi un secolo fa nelle fabbriche della Springfield Armory garantisce buone prestazioni sia nel tiro sia nella caccia. Ma è del tutto fuori luogo per gli ungulati ... Mostra tuttoMostra di meno

su Cacciare a Palla giugno 2016 la disamina di Fulvio Tonin sul calibro .22 Hornet. Nato negli Stati Uniti per la caccia a predatori e antagonisti, il calibro inventato quasi un secolo fa nelle fabbriche della Springfield Armory garantisce buone prestazioni sia nel tiro sia nella caccia. Ma è del tutto fuori luogo per gli ungulati

Interessante raffronto fra una doppietta Mira Gold integra e un esemplare sezionato a uso didattico. Il confronto è stato fortemente voluto da Francesco Garatti (responsabile VINCENZO BERNARDELLI) per mettere a tacere le voci di una costruzione made in Turchia delle prestigiose doppiette italiane. Nello specifico, la doppietta fotografata (in calibro 12, ma può essere richiesta in calibro 20 e 28) presenta cartelle lunghe incise con riporti in oro, batterie classiche Anson & Deeley, calcio e asta in noce pregiato e rappresenta il top di gamma della serie Mira. Prezzo 4.520 euro ... Mostra tuttoMostra di meno

Interessante raffronto fra una doppietta Mira Gold integra e un esemplare sezionato a uso didattico. Il confronto è stato fortemente voluto da Francesco Garatti (responsabile VINCENZO BERNARDELLI) per mettere a tacere le voci di una costruzione made in Turchia delle prestigiose doppiette italiane. Nello specifico, la doppietta fotografata (in calibro 12, ma può essere richiesta in calibro 20 e 28) presenta cartelle lunghe incise con riporti in oro, batterie classiche Anson & Deeley, calcio e asta in noce pregiato e rappresenta il top di gamma della serie Mira. Prezzo 4.520 euro

Fabrizio Messina, Matteo Tallarini e 75 altri Piace

Leonardo ClementiSpettacolo allo stato puro😉😉😉

3 giorni fa
Avatar

Vincenzo CaminitiSpettacolo della FAUSTI BRAVISSIMI

3 giorni fa
Avatar

Tango TangoFinalmente la verità......

3 giorni fa
Avatar

Rigano GiampieroPerché la prima in alto e BI GRILLO e la seconda in basso e MONO GRILLO? Siamo sicuri che sono la stessa doppietta?

2 giorni fa
Avatar

Commenta su Facebook