La copertina del numero 69 di ColtelliIl numero 69 della prima rivista italiana dedicata alle lame vi aspetta in edicola con un bel bagaglio di notizie e servizi interessanti. La copertina del numero di aprile-maggio 2015 è dedicata a un modello sportivo: il CRKT Cobia che Tommaso Rumici presenta ai lettori.

Il Cobia di Columbia River Knife and Tool è un piccolo folder servoassistito interamente in acciaio; il disegno è del coltellinaio Matthew Lerch, che già vantava diverse collaborazioni con con CRKT: suoi i chiudibili Enticer, Argus, Moxie, Endorser e la daga Synergist. A differenza di altri custom maker, lo stile degli industriali di Lerch è molto diverso dai coltelli che realizza a mano, anche se la parentela è indubbia.

Largo spazio è dedicato alla Mostra del coltello “La vite e la britola” di Valdobbiadene, a cura della Via dei Magli, svoltasi durante la festa di San Gregorio. Una cinquantina di coltellinai hanno esposto le loro opere all’interno di Palazzo Piva. Considerando anche l’area di Villa dei cedri, nel complesso sono stati 200 gli espositori, tra coltellinai, forgiatori, e arrotini, giunti da tutta Italia, dall’Europa (Francia, Ungheria, Svizzera) e persino dagli Stati Uniti, per una manifestazione che è diventata un punto di riferimento per l’arte delle lame.

A completare lo spazio dedicato al custom due personaggi ancora poco conosciuti da noi: il coltellinaio francese Stéphane Espri, e il sardo Claudio Casula, che da collezionista è diventato a sua volta coltellinaio.

Tra gli sportivi, nel fascicolo numero 69 troverete articoli sui Down Under Walkabout e Bushmate, sul Mercury Old Chap, sui Wander Tactical Dimorphodon, Megalodon 1.0, Tryceratops e Linx, sull’Oberland Imwoid Sepp, sulle pinze speciali di Leatherman, sugli EKA Swede 10 wood, G3 orange e Duo black, e sullo Zwilling BK Essential.

Buona lettura.