+39 02 90 48 11 96 segreteria@caffeditrice.it

Immissione di fagiani, influenza dei cani da seguita sullo stato di salute delle lepri, munizioni Fiocchi Linea Excellence Woodcock, sovrapposto Fausti Class RDX. E poi ancora i segreti dell’apertura: Sentieri di Caccia settembre 2018 è un numero da non perdere.

Sentieri di Caccia settembre 2018Il numero dell’apertura non ha più segreti: dal 28 agosto, mentre tutto è pronto per la nuova stagione venatoria, è in edicola Sentieri di Caccia settembre 2018.
Ed è immancabilmente dedicato all’apertura di caccia l’articolo di Andrea Selvi che battezza la rivista. Forse, per chi caccia col cane da ferma la stagione venatoria è già iniziata, dal momento in cui è consentito l’allenamento dei cani. E i cacciatori più avveduti si sono già costruiti una mappa delle zone ospitali per la selvaggina e ne hanno seguito l’evoluzione nel corso del tempo.

Ogni estate peraltro tanti cacciatori di buona volontà si impegnano nell’immissione nell’ambiente naturale dei giovani fagiani allevati in cattività. Conoscere qualche trucco del mestiere, suggerito da Roberto Mazzoni della Stella nel suo articolo di gestione faunistico-venatoria, può risultare utile per realizzare e far funzionare al meglio un recinto di ambientamento. E ottenere quindi migliori risultati nel ripopolamento. Il distico di approfondimenti con la stessa firma trova poi il proprio doppio con una serie di considerazioni sulla lepre. Che effetto ha sulla specie la caccia con i cani da seguita?

Di gestione, in questo caso di ungulati, scrive anche Stefano Mattioli: qual è il motivo per cui i cinghiali continuano ad aumentare? Gli studiosi si interrogano sulle ragioni del progressivo incremento dei cinghiali ovunque in Europa.

Cinofilia e cultura su Sentieri di Caccia settembre 2018

Simbolo di una differente interpretazione del segugismo, la sciolta a singolo sta oggi perdendo terreno, a caccia come nelle prove. Su Sentieri di Caccia settembre 2018 Emanuele Nava si dedica all’inversione di tendenza che, negli anni, ha fatto crescere le attenzioni nei confronti della muta e ha fatto cambiare volto al nostro segugio.
In più: il cane da caccia, che sia da seguita o da ferma, può avere bisogno di una serie di accessori per vivere – e far vivere – al meglio l’apertura. La firma di Rossella Di Palma mette in luce gli acquisti irrinunciabili e le loro caratteristiche tecniche essenziali.

Per Sentieri di Caccia settembre 2018 Natale Francioso ha intervistato Gabriella Piccinini, presidente dell’Atc Salinello: la prima presidente donna di un Atc si racconta sulle pagine della rivista.
Un salto in cucina: Gianfranco Vissani presenta due ricette di lepre, il tris di lepre con purea di papaya e la tartare di lepre con cuore di mirtillo e raperonzolo al fondente.
Nelle pagine dedicate alla CCT Simone Capriotti mette a fuoco i fronti che la confederazione deve presidiare. Dalla nascita dell’intergruppo parlamentare per i diritti degli animali alle valutazioni sulla legge obiettivo sugli ungulati e all’allerta sullo stato di salute della fauna stanziale: la Confederazione Cacciatori Toscani deve tenere gli occhi aperti. E ha tutta intenzione di farlo.

Armi e munizioni su Sentieri di Caccia settembre 2018

Su una rivista di caccia non possono mancare test e recensioni di armi. Al liscio ha pensato Simone Bertini, che ha provato il sovrapposto Fausti Class RDX calibro 20 e le cartucce Fiocchi Linea Excellence Woodcock calibro 12. Al mondo del rigato si è dedicato invece Gianluigi Guiotto, reduce dal test della carabina a leva Marlin 336 Xlr calibro .30-30 Winchester.
Di canna rigata trattano anche Vittorio Taveggia, che presenta pregi e difetti delle bolt action e dei kipplauf, ed Enrico Garelli Pachner. Il suo “Almanacco del cacciatore a palla” stavolta è focalizzato sulle istruzioni per l’uso per portare la selvaggina dal campo alla tavola.
Immancabile lo spazio per news, attualità, per l’Occhio indiscreto di Felice Modica e per le fotografie più suggestive delle emozioni della caccia.
Buona lettura dallo staff di Sentieri di Caccia.